Lingua italiana       Lingua inglese      Lingua greca     Lingua russa 
Home arrow News arrow Last news arrow In tutta lUE i passeggeri marittimi avranno gli stessi diritti.
In tutta lUE i passeggeri marittimi avranno gli stessi diritti.
Dal 31 dicembre, i passeggeri che viaggiano per mare o per altre vie navigabili godranno di diritti minimi comuni in tutti gli Stati dell’Unione Europea.

Potranno quindi ottenere risarcimenti per perdite o danneggiamenti in caso d’incidente, mentre le persone disabili o con mobilità ridotta avranno diritti analoghi a quelli di chi viaggia in treno o in aereo. I nuovi diritti comprendono la garanzia per tutti i passeggeri di ricevere informazioni adeguate e accessibili prima e durante il viaggio, nonché informazioni su tali diritti nei terminal e a bordo delle navi; un’adeguata assistenza in caso di cancellazione o ritardo alla partenza superiore a novanta minuti; la possibilità di scelta tra rimborso o trasporto alternativo in caso di cancellazione o ritardo alla partenza superiore a novanta minuti; una compensazione economica tra il 25% e il 50% del prezzo del biglietto in caso di ritardo all’arrivo; trattamento non discriminatorio e assistenza specifica, gratuita, per le persone disabili o a mobilità ridotta nei terminal e a bordo nave, nonché risarcimento in caso di perdita o danneggiamento delle loro attrezzature per la mobilità; la predisposizione di meccanismi per trattare i reclami dei passeggeri; la designazione di organismi nazionali indipendenti preposti per l’esecuzione del regolamento. Chi dovesse essere coinvolto in un incidente, inoltre, avrà diritto a risarcimento in caso di decesso, lesioni, perdita o danneggiamento di bagaglio, veicoli, attrezzature; pagamento entro 15 giorni per i bisogni economici immediati in caso di decesso o lesioni personali; ricorso diretto nei confronti dell’assicuratore del vettore in caso di decesso o lesioni personali; diritto a informazioni adeguate e comprensibili sui suddetti diritti entro il momento della partenza.
Come ha spiegato il vicepresidente della Commissione europea Siim Kallas, responsabile per i trasporti, questa nuova iniziativa porta a termine un lavoro iniziato alcuni anni fa che si prefiggeva di creare una politica coerente sui diritti dei passeggeri in Europa per tutti i modi di trasporto.
La prossima fase del piano prevede la release di un’applicazione gratuita e multipiattaforma che consenta di scaricare i diritti dei passeggeri su smartphone. Nel 2013 inoltre la Commissione europea coordinerà con gli Stati membri l’attività di attuazione della normativa e si occuperà anche dei diritti dei passeggeri che viaggiano in autobus.

Brindisi, 20 dicembre 2012

Fonte:  ship2shore

 
Powered by Consultek